Parrocchia San Michele

Chi Siamo

Parrocchia di San Michele: corsi, incontri ed attività per un percorso di ricerca di sé e spiritualità
…come una libreria….per depositare i propri sogni...


San Michele, una Parrocchia sulla strada a una manciata di km da Ravenna, 6 km. per la precisione. Una Chiesa che emerge nella memoria storica nel 1143 ed ha conosciuto distruzioni e ricostruzioni, ben quattro, segno della sua caparbietà ad esserci.

E’ immersa in uno spazio verde un luogo interiore a pochi passi dalla città degli uomini, che la rende un oasi dello spirito. Un luogo lungo la strada capace di intercettare i passi a volte spediti a volte stanchi ed affaticati dei viandanti dell’ esistere, portatori di desideri e domande, cercatori o semplici curiosi dell’ assoluto, affamati di giustizia.

Da cinque anni San Michele si è fatto spazio di accoglienza per singoli e gruppi, offrendo loro un’esperienza di Comunità, condivisione, incontro, riflessione e preghiera.
Un laboratorio dove tenere insieme Dio e L’uomo. La fede e la storia, la Bibbia ed il giornale, la spiritualità e la cittadinanza attiva.

In questo percorso teso a cucire la terra con il cielo, ha organizzato incontri con testimoni della fede e dell’ impegno civile, cercando di farsi compagna di viaggio con ogni uomo di buona volontà che lotta per un altro mondo possibile, uno stile di vita più umano e solidale attento ai diritti di tutti e di ciascuno. Eventi tesi ad approfondire tematiche di cittadinanza ed impegno sociale, giustizia, pace, legalità, informazione, ambiente , diritti...

La Comunità di San Michele ha bisogno di fratelli e compagni con cui condividere il sogno di un’umanità più umana, che abitano uno spazio, facendolo diventare proposta ed esperienza, punto di riferimento e d’incontro fra anime diverse unite dal “semplicemente” umano. Ci piace pensare San Michele come una libreria dove ognuno possa depositare, con impegno e responsabilità la sua storia, suoi sogni condividendoli e lavorando insieme con altri, perché diventino realtà. Abbiamo bisogno di un “noi”, formato da uomini e donne che intendano fare un pezzo di strada insieme, in modo costante e serio, che creino opportunità costruendole e progettandole insieme, sentendosi appartenenti a questo luogo, abitandolo attivamente, fisicamente in modo responsabile e creativo.
Vi aspettiamo, abbiamo bisogno della vostra mano, della vostra presenza e del vostro impegno, dei vostri sogni per camminare con coraggio uomini fra gli uomini.

STORIA DELLA CHIESA
San Michele in Lancimago, appellativo usato solo in qualche raro documento ecclesiastico, passò alla giurisdizione dell'Arcivescovo di Ravenna, con decreto di Pio VI del 20 aprile del 1787, dalla diocesi di Faenza. Non si conosce con precisione la data di fondazione della chiesa, il più antico ricordo risale al 15 giugno 1071, mentre in un documento di Celestino III del 7 dicembre 1143 si conferma al vescovo di Faenza, insieme ad altri luoghi, la giurisdizione su "Tegurio cum capella Sancti Archangeli". Quasi sicuramente si riferisce a San Michele dato che il fiume teguriense è quello che ha dato il nome alla pieve di Godo a cui ha appartenuto sempre la parrocchia di San Michele. Dall'anno 1270 si ha notizia della nomina dei sacerdoti ad essa addetti, a cui provvedeva, come si legge in documenti del sec. XIV, il rettore della basilica ravennate San Michele in Africisco (soppressa nel 1806) nella sua qualità di vicario del vescovo di Faenza. L'edificio è stato ricostruito ben quattro volte, infatti la chiesa nel 1612 fu rifatta dalle fondamenta, e così nel 1813 perché cadente, circa 80 anni dopo l'edificio fu ricostruito radicalmente in forme più ampie delle precedenti, terminato nel 1904, fu consacrato solennemente il 29 settembre 1906; infine la chiesa, distrutta dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale, fu ricostruita e inaugurata il 2 aprile 1955.

san michele san michele san michele