CULTURA DELLA RESPONSABILITÀ ALLA FRATERNITÀ SAN DAMIANO:


consultando, leggendo, studiando…
La biblioteca della Fraternità San Damiano è intitolata a Peppino Impastato, ucciso in Sicilia da Cosa nostra il 9 Maggio del 1978. Nel giovane siciliano, che con il circolo “Musica e cultura” e l’esperienza di Radio Aut,  rompeva il muro del silenzio per svegliare le coscienze contro la violenza, il malaffare e la sopraffazione mafiosa, si è individuato il simbolo dell’importanza della parola e dell’informazione per definire un’idea di libertà civile e acquisire la capacità di affermare il diritto e il dovere di difenderla contro ogni forma di sopruso.
E’ con questa convinzione che il centro tende a essere un luogo di consultazione, riflessione e studio, destinato agli studenti e ai docenti di ogni ordine e grado, ai cittadini e a chi questa cittadinanza ancora non l’ha ottenuta, ai giovani e ai meno giovani.
Esso tende a promuovere la cultura della responsabilità e della legalità democratica, la conoscenza, l’informazione e  la dialettica tra posizioni, anche se tanto diverse, nella certezza che il confronto democratico è sempre una crescita verso la costruzione di una società migliore
Il patrimonio (consultabile come catalogo QUI) è di circa cinquemila opere tra testi e video, di cui un nucleo originario proviene dal gruppo San Damiano (fondato a Rimini nel 1997 da padre Claudio Ciccillo), altri testi vengono da donazioni di privati, altri ancora da acquisti di pubblicazioni sulle tematiche di più stretta attualità, che sottolineano la caratterizzazione prevalentemente storico-sociale del centro.
Le attività previste sono di vario tipo, dalle letture individuali a quelle collettive, dagli incontri con gli studenti a quelli con gli autori, dal cineforum alle mostre a tema.
In particolare per l’anno 2017 si sono programmate le seguenti attività:

1.  Ultimazione del lavoro di archiviazione e catalogazione.
2. Rapporti con le scuole.
3. Contatti con i tutor di alcune università per costruire insieme percorsi utili ad avvicinare gli studenti al Centro.
4. Pubblicizzazione delle attività attraverso facebook uni.ra, posta elettronica e la newsletter della Fraternità.
5. Attuazione di due eventi con il contributo di scolaresche ( 21 marzo, 23 Maggio ).

Per quanto riguarda il punto 2 è stato avviato un discorso con l’Istituto Ginanni programmato per Febbraio/Maggio, il percorso con una classe del liceo artistico che andrà in viaggio d’ istruzione a Palermo e Cinisi
Tre gli incontri a tema:
- Palermo/Cinisi tra conservazione e trasformazione.
- Peppino Impastato: immagini e parole.

« Torna al blog